indice

Capitolo 1 >>

 

Introduzione

 

In queste "pagine" potete trovare il risultato di una lunga tesi di laurea sul cosidetto "Marketing non convenzionale", un termine usato per indicare le nuove strategie promozionali che stanno avendo successo ormai da qualche anno. Al termine degli studi mi sono chiesto: perchè lasciare questo "libro" ad impolverarsi su qualche scaffale dopo essermi laureato?  La giusta soluzione è quella di condividerne i contenuti online.. chissà, qualcun'altro potrebbe anche trovarli utili un giorno. La questione sulla nuova pubblicità non è ancora del tutto chiara e sopratutto in Italia il marketing non convenzionale è spesso evitato, oppure eseguito in modo del tutto approssimativo. E' quindi necessario fare un po' di ordine in merito, per permettere ai comunicatori (ed alle aziende), di comprenderne meglio le potenzialità ed i limiti. Perchè tutta questa confusione? Come fare per capirne qualcosa? I concetti fondamentali della nuova pubblicità sono già diffusi gratuitamente in rete, fra migliaia di siti e blog sull'argomento: non è necessario comprare libri o partecipare a costosi seminari per ottenere le basi di questa conoscenza, ma è sufficente avere un po' di tempo per organizzare le risposte del web. Nel corso di un anno di ricerca ed analisi, i principali contenuti sul marketing non convenzionale sono già stati organizzati in questa tesi, in modo chiaro (forse) e schematizzato. Una pubblicità suddivisa per 3 correnti principali (Viral, Guerrilla e Product Placement) e 4 concetti su cui basare ogni strategia. La distribuzione settoriale è senza dubbio limitante, ma permette un migliore ordine e comprensione. Almeno in teoria.

 

Il mio lavoro è senza dubbio incompleto e necessariamente semplificato.. si tratta "solamente" di una tesi di laurea di un giovane poco incline alla scrittura e dalla mente decisamente caotica, con cui è difficile riuscire a mettere per iscritto un pensiero che abbia un qualche senso. Senza dimenticare gli ostacoli imposti dai tempi universitari. Non aspettatevi la verità assoluta, anzi, credo di aver scritto parecchie idiozie. Per ogni eventuale critica, suggerimento, correzione o domanda, mandatemi pure una e-mail o abusate dello spazio commenti (coming soon). Tuttavia i contenuti di questa tesi possono essere considerati come un buon punto di partenza per comprendere meglio il fenomeno della nuova pubblicità: niente di più, niente di meno. Se avete iniziato a muovere i primi passi in questa disciplina, le pagine di questo sito potranno guidarvi per avere le idee più chiare.

 

La corretta comprensione del marketing non convenzionale è molto importante: è necessario sviluppare una maggiore consapevolezza sull'argomento, per non ridurlo ad una semplice evoluzione "bizzarra" della vecchia pubblicità. I comunicatori del futuro hanno bisogno di assorbire al più presto le basi della "promozione alternativa", per essere in grado di metterla in pratica in modo efficace ed allo stesso tempo di superarla, per organizzarsi tempestivamente alle rivoluzioni comunicative previste per le prossime generazioni. Il marketing non convenzionale è il presente ed ogni agenzia che vuole comunicare efficacemente con il pubblico attuale,  ha bisogno di conoscerne i concetti fondamentali. Allo stesso tempo è però necessario cominciare a pensare ai sistemi promozionali che superaranno il "non convenzionale".. ma non mi dilungo troppo sulla questione. Per comprendere e realizzare la pubblicità alternativa è sufficente capire 4 concetti fondamentali: passaparola, punto d'interesse, peculiarità e praticità. Nei vari capitoli della mia tesi verranno "spiegate" meglio queste "4 P" del nuovo marketing ...leggete, assorbite e mettete in pratica: il resto del tempo dedicatelo a pensare a cosa potrebbe venire dopo.. non-conventional advertising is dead! Long live non-conventional advertising!

 

Pagina successiva: Capitolo 1 - La promozione convenzionale

 
 

indice

Capitolo 1 >>

web counter

Creative Commons License

I contenuti di questo sito sono pubblicati sotto Licenza Creative Commons: potete diffonderli e riprodurli a scopo non commerciale, a patto di attribuirne la fonte.