<< Capitolo 5.9

indice

 

5.10 Conclusione

 

Le tendenze del mercato attuale ci portano alle conclusioni di un percorso teorico un po’ nonsense. Il Pubblico Attivo saprà dominare la comunicazione digitale, estendere le proprie conoscenze grazie al web, sviluppare una propria identità con dei rispettivi gusti di nicchia e di conseguenza pretenderà dei prodotti adeguati a questi suoi nuovi gusti di nicchia. Il Pubblico Passivo sarà invece dominato dalla comunicazione, confuso dalla vasta scelta di informazioni e prodotti, non avrà preferenze precise, ma sentirà comunque il bisogno di ottenere una qualche identità: per questo seguirà le maggiori tendenze ed avrà bisogno di essere consigliato. Il nuovo marketing dovrà soddisfare queste due visioni del mondo ed è possibile scorgerne le implicazioni immaginando due distinte ipotesi comunicative, una (Teoria di) Promozione Attiva ed una (Teoria di) Promozione Passiva. I consumatori si organizzano online per degli scopi comuni e la tecnologia passiva si inoltra ogni giorno di più negli oggetti quotidiani. Piccole tracce digitali per intuire la vera rivoluzione pubblicitaria che ci aspetta entro 2 o 3 generazioni. La Teoria di Promozione Attiva e la Teoria di Promozione Passiva sono due fenomeni puramente ipotetici, la cui realizzazione rimane una distante ed utopica eventualità, il risultato di una fervida immaginazione in risposta a particolari tendenze della società attuale. È difficile prevedere con precisione quali saranno le migliori strategie di marketing fra 2 o 3 generazioni e l’unica soluzione è quella di perdersi in affascinanti speculazioni personali. Pubblicità classica, Viral, Guerrilla, Product Placement, Promozione Attiva o Passiva sono concetti inutili senza la capacità di comprendere il funzionamento dei linguaggi e delle relazioni umane. Alla fine di questa tesi rimane soltanto una certezza: qualunque saranno le prossime evoluzioni del mercato e dei suoi protagonisti, ci sarà sempre bisogno di nuovi esperti della comunicazione, capaci di mettere in relazione i consumatori ed i produttori del futuro.

Fine

Per domande, informazioni o commenti: Luca Taborelli - nessfree@gmail.com


 

<< Capitolo 5.9

indice

Creative Commons License

I contenuti di questo sito sono pubblicati sotto Licenza Creative Commons: potete diffonderli e riprodurli a scopo non commerciale, a patto di attribuirne la fonte.