<< Capitolo 3.2.1

indice

Capitolo 3.3 >>

 

3.2.2 Accessorize

 

Descrizione: Accessorize è un marchio inglese che possiede una serie di negozi internazionali, specializzati in accessori femminili. Nell’ottobre del 2006 è stata realizzata un’interessante campagna di Guerrilla Marketing, per promuovere la filiale Accessorize di Ginevra, in Svizzera. La città è famosa per essere la sede europea delle Nazioni Unite e può vantare un affascinante centro storico, una fitta rete di strade in cui si affacciano cafè e negozi di ogni genere. Durante la notte, le catene che delimitano le aree pedonali sono state rimosse e scambiate con delle grandi riproduzioni di collane e braccialetti. Accessorize ha modificato l’arredo urbano per scopi promozionali, creando una dimostrazione esemplare delle capacità sorprendenti di una buona strategia di Guerrilla Ambient.

 

 

Peculiarità: La mattina seguente all’azione di Guerrilla, i passanti non hanno potuto fare a meno di notare questa enorme bigiotteria, apparsa misteriosamente per le vie cittadine. Accessorize ha immaginato un nuovo modo di concepire gli addobbi urbani, sfruttando un’idea semplice ma originale. Le collane over-size hanno sorpreso positivamente le consumatrici, che hanno reagito al nuovo paesaggio di Ginevra con un sorriso divertito. Gli abitanti della città seguono ogni giorno la propria routine, camminando per le solite strade: la ripetizione dell’ambiente è costante nel tempo e questo fornisce una determinata aspettativa mentale. L’arredamento urbano è standardizzato dalle norme nazionali e dal codice stradale, mentre la pubblicità è solitamente limitata negli spazi tradizionali (cartelloni e manifesti). Il Guerrilla Accessorize è riuscito ad attirare efficacemente l’attenzione dei passanti, modificando l’abituale suolo pubblico in cui vivono. Le classiche catene di delimitazione sono state sostituite con insoliti oggetti di design, i quali, oltre che soddisfare le stesse funzioni degli originali, hanno decorato la città in maniera peculiare e gradevole.

 

Praticità: Per questa azione di Guerrilla Ambient sono state utilizzate delle riproduzioni ingrandite della nuova collezione di gioielli Accessorize, realmente in vendita nella sede di Ginevra. Le collane ed i braccialetti del brand hanno invaso la città ed il pubblico ha potuto osservare personalmente l’offerta e scegliere il modello di proprio gusto. Questi bizzarri addobbi urbani sono stati addirittura contrassegnati con il cartellino del prezzo, specificando la cifra effettiva a cui sarebbe stato possibile acquistarli nel negozio. La dimostrazione della qualità della merce è stata comunicata in maniera davvero efficace: i passanti hanno apprezzato le caratteristiche estetiche delle collane e sono entrati a conoscenza del loro valore economico. Le ragazze non hanno nemmeno dovuto raggiungere il punto vendita Accessorize per iniziare lo shopping: è stato sufficiente passeggiare per la città. La strategia di guerrilla marketing ha impiegato un valido sistema di comunicazione aziendale: ha rivelato il prodotto attraverso le sue caratteristiche principali, inserendolo nei luoghi sociali più adatti. I contenuti del messaggio promozionale sono stati chiari: è stata dimostrata la bellezza dei gioielli ed il pubblico interessato ha potuto raggiungere il negozio per la spesa. Non è stato necessario alcun tentativo di influenzare il target con promesse esagerate o astratte: Accessorize si è guadagnata la fiducia delle consumatrici, adottando semplicemente la Praticità del marketing non convenzionale. 

 

 

Passaparola: Per la sua importanza nel panorama Europeo, Ginevra è una città dall’alto tasso di popolazione, con oltre 185 mila abitanti[1] fissi, a cui vanno sommati i numerosi visitatori che frequentano la zona per motivi di lavoro o turismo. È stato calcolato[2] che oltre il 54% dei residenti possiede un passaporto straniero, mescolando nel territorio urbano un insieme poliedrico di stili e culture da tutto il mondo. In mezzo a questa popolazione mista e benestante, è facile immaginare la presenza di un forte gruppo femminile di tendenza, appassionato di stile e design. Sono loro le innovatrici e le esperte del mercato dei gioielli, che, una volta conquistate, sono in grado di contagiare la propria rete sociale d’influenza. Passeggiando per le strade di Ginevra è stato facile rimanere affascinati dall’azione di Guerrilla Accessorize, una circostanza talmente fuori dal comune da essere probabilmente un ottimo argomento di discussione fra amiche. L’idea straordinaria ha contagiato il pubblico, stimolando il passaparola per esperienza ludica (divertimento della situazione stravagante), per qualità estetiche (bellezza delle collane colorate al posto delle grigie catene) e per curiosità (raccontare una circostanza insolita).

 

 

Punto d’interesse: Le grandi riproduzioni di collane e braccialetti sono state una vera attrazione turistica per tutta la durata del Guerrilla Ambient. Con un tocco di creatività hanno affascinato gli abitanti di Ginevra, regalando un paesaggio più artistico e colorato. Il centro storico di Ginevra raccoglie migliaia di persone ogni giorno, presenti in città per ammirare la bellezza degli edifici e fare shopping fra i suoi negozi. I grandi addobbi Accessorize hanno offerto un’ulteriore esibizione da osservare ed il loro messaggio pubblicitario è stato compatibile con i motivi economici dei passanti. L’azione è stata apprezzata soprattutto dalle ragazze, la fascia di mercato che Accessorize ha voluto raggiungere. Le consumatrici appassionate di gioielli amano abbellire il proprio corpo con gli accessori di bigiotteria ed allo stesso modo hanno gradito la decorazione della città con dei veri e propri ornamenti urbani. La strategia di Guerrilla ha avuto successo, centrando il punto d’interesse del proprio target: l’ornamento estetico attraverso oggetti di design.

 

<< Capitolo 3.2.1

indice

Capitolo 3.3 >>

web counter

Creative Commons License

I contenuti di questo sito sono pubblicati sotto Licenza Creative Commons: potete diffonderli e riprodurli a scopo non commerciale, a patto di attribuirne la fonte.